Michelin Logo

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano ad erogare i nostri servizi. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookie, tracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

Ragazzon Logo

Italian English French German Spanish

LE NOVITA’ AUDI AL SALONE DI PARIGI 2016

Dopo la consueta pausa, trattandosi di una kermesse che si presenta ogni due anni, è ritornato uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati di auto: il Mondial de l’Automobile, che ha aperto i battenti alla stampa il 29 e 30 settembre, e al pubblico dall’1 al 16 ottobre.

Il Salone dell’automobile di Parigi si svolge al Parc des Expositions di Porte de Versailles ed è considerato uno degli eventi mondiali più importanti, poiché vi fanno il loro debutto nuovi modelli di serie, concept car, novità e supercar delle più grandi case automobilistiche. Tra queste non poteva certo mancare la Casa di Ingolstadt, con le sue anteprime mondiali. Infatti, oltre ad  aver presentato le nuove A5 Sportback e S5 Sportback (http://www.inaudita.com/item/271-audi-a5-e-s5-la-nuova-sportback-a-parigi), al Padiglione 4 stand 201 di Audi è stato possibile ammirare la seconda generazione del Q5, il suv compatto rivisto nelle forme, nel design, nelle motorizzazioni e nei sistemi elettronici.

Prodotto nel nuovo stabilimento messicano, il nuovo Q5 conferma i tratti dell’Audi Q7 e presenta forme squadrate, linee rette, grande calandra single frame e gruppi ottici rinnovati, che potranno montare sia i fari con luci a LED, sia con tecnologia Matrix LED, a richiesta, abbinati agli indicatori di direzione dinamici, offrendo una luminosità intensa. Nell’inserto del diffusore posteriore sono integrati i terminali dell’impianto di scarico, mentre i passaruota accentuati ricordano la presenza della trazione integrale permanente quattro.

      

      

Lo stile risulta essere più affinato e legato ad uno studio specifico, riguardante l’aerodinamicità: infatti, vanta un CX di resistenza all’avanzamento pari a 0,30, oltre a dotarsi di sospensioni pneumatiche con ammortizzatori regolabili, che ne amplificano le doti stradali. Nonostante le dimensioni esterne aumentate (4,66 m di lunghezza, 1,89 m di larghezza, 1,66 m di altezza e un passo di 2,82 m), il nuovo suv pesa fino a 90 kg in meno rispetto alla versione precedente, grazie all’impiego di diversi tipi di acciaio e alluminio, che permettono di abbassare anche i consumi (meno massa da trasportare = meno energia richiesta).

Dinamico su strada, è anche spazioso e versatile con l’abitacolo che accoglie comodamente i 5 passeggeri, grazie ai 3 cm in più di lunghezza; pure il vano bagagli è generoso ed offre una capacità di 610 litri, espandibili a 1.550, reclinando il sedile posteriore, che è frazionabile in tre parti ed è regolabile in inclinazione e in senso longitudinale. A richiesta, l’azionamento elettrico del portellone, che comprende i montanti posteriori, caratteristica tipica del modelli Q del brand tedesco.

      

L’abitacolo della nuova Audi Q5 dispone delle principali tecnologie di ultima generazione: al centro della plancia c’è il sistema MMI Plus, con uno schermo da 8,3 pollici, mentre a richiesta sono disponibili l’Audi Virtual Cockpit, che riproduce la strumentazione su un monitor da 12,3” HD, il modulo LTE, che consente un hotspot Wi-Fi per 8 dispositivi contemporaneamente e l’head-up display, che proietta le informazioni più rilevanti sul parabrezza.

Nella dotazione di serie rientrano lo sterzo ad assistenza variabile e gli ultimi sistemi di assistenza alla guida, come l’Adaptive Cruise Control, il Traffic Jam Assist (che fa avanzare autonomamente la vettura fino alla velocità di 65 km/h), l’Active Lane Assist (per il mantenimento della corsia), l’assistente al traffico trasversale posteriore, l’assistente al parcheggio, l’avviso di uscita, l’assistente agli ostacoli e l’Audi Pre Sense City, che segnala pedoni e altri veicoli e, in caso di necessità, avvia la frenata di emergenza.

Inoltre, non mancano particolari esclusivi, come la luce diffusa nell’abitacolo, in 30 colori diversi, il nuovo climatizzatore ad alta efficienza, disponibile in due versioni, e il voltante multifunzionale a tre razze (di serie); a richiesta, sono disponibili anche il riscaldamento del voltante e la funzione massaggio per i sedili.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, sono proposti 5 propulsori: un benzina e quattro Diesel. Il primo è un 2.0 TFSI da 252 CV, mentre gli altri sono un quattro cilindri 2.0 TDI, da 150, 163 e 190 CV e un 3.0 TDI da 286 CV. Per le trasmissioni, invece, è possibile scegliere tra il cambio manuale a 6 marce, l’S tronic a 7 rapporti e il Tiptronic a 8 rapporti. E’ disponibile, su richiesta, la moderna trazione integrale quattro Ultra, in alternativa a quella anteriore.

Il nuovo Suv sarà proposto in 14 colorazioni e in 5 linee di allestimento: Sport e Design (contraddistinte rispettivamente da una verniciatura completa e da elementi applicati in grigio a contrasto), il pacchetto sportivo S Line, Design Selection e S Line Exterior.

Lo troveremo nelle concessionarie nei primi mesi del 2017 ad un prezzo che parte da 45.100 Euro in Germania.

Un altro modello atteso al Salone di Parigi è stato l’RS3 Sedan, la berlina più “cattiva” della gamma A3, esposta in anteprima mondiale. Si tratta della prima Sedan Audi a fregiarsi del logo RS, simbolo della sportività della Casa di Ingolstadt.

Esteticamente, si contraddistingue per le caratteristiche sportive Audi: le prese d’aria maggiorate, il single frame con griglia a nido d’ape tridimensionale e decorata con il logo “quattro”, il paraurti aggressivo con un piccolo splitter, una specie di “lama” aerodinamica che corre per tutta la lunghezza della vettura fino alle prese d’aria, le vistose minigonne laterali, lo spoiler fisso sul bagagliaio (che migliora la stabilità alle alte velocità) e il doppio scarico a forma ovale, tipico delle Audi RS.

I proiettori a LED con le caratteristiche luci diurne sono di serie, a richiesta Audi fornisce proiettori con tecnologia LED Matrix.

      

Anche i dischi dei freni sono più grandi rispetto alle versioni A3 e S3: 370 mm davanti e 310 mm dietro e, a richiesta, sono disponibili i dischi freno carboceramici. I cerchi specifici in lega sono da 19” (optional i 20”) e montano pneumatici da 235/35. Sono aumentate le carreggiate (più 20 mm all’avantreno e più 14 mm al retrotreno) e, di conseguenza, i passaruota sono più pronunciati. L’assetto ribassato di 25 mm, il servosterzo progressivo, le sospensioni posteriori multilink a quattro bracci ed il setup più rigido, assicurano piacere di guida e precisione in curva.

      

Ma la componente più importante per una RS è ovviamente il motore. La nuova RS3 Sedan è spinta da un 5 cilindri 2.5 turbo TFSI, che eroga 400 CV ed una coppia di 480 Nm, permettendo alla vettura di raggiungere i 100 km/h in 4,1 secondi ed una velocità massima autolimitata di 250 km/h (280 se richiesta dal cliente). Il propulsore, che può vantare un basamento in metallo leggero che lo rende più leggero di 26 kg rispetto alla versione precedente, è abbinato ad una trasmissione automatica a doppia frizione e 7 rapporti, unita alla trazione integrale permanente quattro. “Il sistema sfrutta una doppia iniezione nel condotto di aspirazione e nelle camere di combustione nonché l’Audi Valvelift system per gestire in modo variabile le valvole di scarico. Il risultato è un’erogazione di potenza ottimale con consumi ridotti”, come dichiarato dal brand tedesco.

L’esperienza di guida viene resa ancora più eccezionale dalla sonorità del cinque cilindri, il cui sound può essere modificato mediante l’Audi Drive select, che gestisce anche la trazione quattro, lo sterzo, il cambio, il motore e le valvole a farfalla dei gas di scarico. Il conducente ha, così, la possibilità di scegliere tra le modalità di guida Comfort, Auto, Dynamic e Individual.

Non solo prestazioni, ma anche sicurezza attiva troviamo a bordo della nuova Audi RS3 Sedan, con il Traffic jam assist, il sistema di assistenza in caso di emergenza e l’assistente al traffico trasversale posteriore, che uscendo dal parcheggio, interviene nel caso dovessero sopraggiungere dei veicoli.

      

L’abitacolo è caratterizzato da dettagli finemente curati, come i sedili sportivi in pelle Nappa nera, con logo RS sugli schienali (a richiesta i sedili sportivi RS, con fianchetti pronunciati e appoggiatesta integrati), i rivestimenti trapuntati con motivo a losanghe e traforati, la pedaliera in alluminio, il volante sportivo in pelle RS, appiattito nella parte inferiore, i listelli sottoporta illuminati, che riportano il logo RS3, e gli inserti nella plancia e nelle portiere. Completano il look da sportiva le verniciature specifiche per la gamma RS: grigio Nardò e rosso Catalunya.

Per quanto concerne la strumentazione, invece, si può scegliere tra quella classica con i tondi neri, le lancette rosse e le scale bianche, e quella interamente digitale mediante l’Audi Virtual cockpit (a richiesta), con un touchscreen da 12,3”, il sistema multimediale MMI e il modulo LTE interno per il collegamento ad Internet. Come optional, è disponibile l’Audi Phone Box, che ricarica lo smartphone per induzione secondo lo standard Qi. Opzionale anche l’impianto audio Bang & Olufsen Sound System da 705 watt e 14 altoparlanti.

L’Audi RS3 Sedan, che si può trasformare da berlina “tranquilla” a belva da competizione, è proposta con un prezzo base di 41.700 euro, per la versione con cambio manuale, e di 43.900 euro se si opta per il cambio S Tronic.

Lusso, alta tecnologia e piacere di guida: queste sono le caratteristiche con cui Audi segna il suo presente e prepara il suo futuro, non trascurando mai sicurezza e sportività.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo e vuoi scoprire di più sul pianeta Audi? Condividi con noi la passione per questo marchio, oltre 4.000 argomenti tecnici e tanto altro ti aspettano all'interno del Forum di Inaudita.com

To all friends of Inaudita.com in the world! You can now read the contents of our blog and of our forum just clicking the flag corresponding to your language!

Liebe Freunde in der Welt von Inaudita.com! Sie können jetzt den Inhalt von unserem Forum und von unserem Blog nur mit einem Klick auf die Flagge, die auf Ihrer Sprache entspricht, lesen!

Vota questo articolo
(4 Voti)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ospiti : 163 Ospiti online Bloggers : Nessun blogger online

© Copyright 2003 - 2017 Inaudita.com 
All Rights Reserved
Webmaster Mattia Bernasconi

Vai all'inizio della pagina