Michelin Logo

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano ad erogare i nostri servizi. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookie, tracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

Ragazzon Logo

Italian English French German Spanish

AUDI A5 E S5: LA NUOVA SPORTBACK A PARIGI

Dopo il debutto sul mercato nel 2009 ed un primo aggiornamento avvenuto nel 2011, ecco che l’Audi A5 Sportback, accompagnata dalla S5 Sportback, si presenta al Salone di Parigi, con un nuovo design, maggior efficienza e maggiore spaziosità dell’abitacolo.

Grazie alle caratteristiche tecniche, alle foto e ai video ufficiali rilasciati dalla Casa dei Quattro Anelli, abbiamo avuto la possibilità di apprezzare in anteprima le innovazioni, presentate alla Stampa in questi giorni.

      

Da queste immagini si può notare come la praticità di una station wagon si unisce all’eleganza e alla sportività di una coupé, pur conservando un vano bagagli dalla capacità di 480 litri, ampliabili a 1.300 se si ripiega il divanetto. In opzione c’è un sistema di comando gestito da sensori per l’apertura e chiusura del portellone elettrico, che è di serie.

Le superfici slanciate, il passo allungato (2.840 mm rispetto a 2.760) che permette di aumentare lo spazio utile per le gambe dei passeggeri posteriori, gli sbalzi ridotti e il cofano motore lungo, pronunciato e scolpito da due venature, hanno il compito di accentuarne l’aspetto dinamico (Cx pari a 0,25): questo anche per merito di 5 mm risparmiati sull’altezza e del modo in cui il lunotto piega verso la coda, che termina con una caratteristica aletta frangivento, disegnando un posteriore molto filante, sobrio ed elegante.

      

      

Sul frontale domina la tridimensionale griglia single frame, più piatta e larga rispetto al modello precedente, i passaruota sono più prorompenti, mentre la fiancata presenta un gioco di nervature, che vanno dai gruppi ottici anteriori a quelli posteriori, creando effetti di luci ed ombre. Il paraurti ridisegnato incorpora una diversa forma dei fendinebbia inferiori, i fari sono stati modificati e presentano una leggera curva sul bordo superiore; modificata anche la fanaleria posteriore.

La dotazione di serie include  fari Xenon con luci diurne a led (optional i proiettori full led e Matrix led) e gruppi ottici posteriori sempre a led, con indicatori di direzioni dinamici, che sottolineano ulteriormente la tecnologia high-end della Sportback.

Di base c’è il pianale modulare MLB Evo, realizzato in lega di acciaio e alluminio, che consente di contenere il peso. Infatti, nonostante le misure leggermente aumentate (è lunga 4,733 metri, larga 1,843 e alta 1,386), la nuova coupé a 5 porte pesa 1.470 kg, con un risparmio di 85 Kg, rispetto alla generazione precedente, che va a vantaggio della guidabilità e dell’efficienza.

L’abitacolo, quindi, risulta essere più spazioso e confortevole: ora ci sono 17 mm in più in lunghezza, 24 mm in più di spazio nel vano posteriore, mentre la larghezza al livello delle spalle è aumentata di 11 mm.

Gli interni sono caratterizzati da dettagli tipici della Casa di Ingolstadt, che promettono raffinatezza ed eleganza: materiali pregiati e di qualità elevata, grande precisione dimensionale e abbinamenti cromatici. Spiccano la nuova architettura orizzontale della plancia e la fascia continua di bocchette che accentuano il senso di maggiore spaziosità, mentre, su richiesta, è disponibile la luce diffusa nell’abitacolo, regolabile in 30 tonalità, che garantisce un’illuminazione sempre perfetta.

      

Sul cruscotto, in alternativa agli strumenti analogici di forma circolare di serie, possiamo troviamo l’Audi Virtual Cockpit con display da 12,3 pollici, che offre grafiche dettagliate grazie all’alta risoluzione e col quale si possono gestire tutte le informazioni e funzioni dell’auto. E’ anche disponibile l’head-up display, che proietta i principali  dati di viaggio sul parabrezza, sotto forma di simboli e cifre immediatamente comprensibili, permettendo al conducente di restare concentrato sulla guida.

Le funzionalità dell’infotainment, invece, sono affidate alla versione più recente del dispositivo di navigazione Audi MMIPlus con MMI touch, che comprende uno schermo da 8,3 pollici, un lettore DVD, memoria flash da 10 GB, servizi Audi Connect gratuiti per tre anni, con roaming illimitato in Europa, un massimo di 5 aggiornamenti gratuiti del navigatore e l’interazione diretta con molti sistemi di assistenza e sicurezza.

Con l’Audi smartphone interface l’integrazione dei telefoni cellulari iOS e Android è praticamente totale, il  wireless charging Qi permette la ricarica dello smartphone per induzione, mentre l’Audi Phone Box lo collega all’antenna di bordo, garantendo una migliore qualità di ricezione. E’ disponibile anche il Rear Seat Entertainment, il sistema multimediale di altissimo livello che prevede un tablet estraibile a disposizione dei passeggeri posteriori, mentre l’impianto audio top di gamma è il Bang & Olufsen Sound System, con 19 altoparlanti, 755 Watt di potenza e l’innovativo suono 3D, che trasmette la sensazione di trovarsi in una sala da concerto.

      

Degni di nota anche i numerosi sistemi di assistenza alla guida, come l’Adaptive Cruise Control (ACC) abbinato alloStop&Go, con assistente al traffico (traffic jam assist), che è in grado di accelerare e decelerare autonomamente fino a 65 km/h e di gestire il controllo dello sterzo su strade in buone condizioni di manutenzione; l’assistente agli ostacoli (Collision avoid assist) che permette di aggirare un ostacolo per evitare incidenti, grazie ai dati della telecamera anteriore, dell’ACC e dei sensori radar, capaci di calcolare in pochi secondi una traiettoria adeguata. Completano la gamma ulteriori sistemi ausiliari, quali l’assistente alla svolta, l’assistente al parcheggio, l’assistente al traffico trasversale posteriore, l’avviso di uscita, il riconoscimento della segnaletica basato su telecamera, l’Audi active lane assist e l’Audi side assist.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, saranno disponibili il benzina 2.0 TFSI (da 190 CV con 320 Nm di coppia e 252 CV con 370 Nm) e i diesel 2.0 TDI da 190 CV e 400 Nm (con cambio a doppia frizione S-Tronic a 7 rapporti, proposto anche in versione Ultra con cambio manuale a 6 rapporti) e 3.0 TDI a sei cilindri, con potenze da 218 CV e 286 CV e il cambio Tiptronic a 8 rapporti. Per la S5 ci sarà un 3.0 TFSI V6 con una potenza di 354 CV, una coppia massima di 500 Nm ed il cambio automatico Tiptronic, che le permette di scattare da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi, raggiungendo una velocità di 250 km/orari, elettricamente limitata. Di serie è prevista la trazione anteriore, ma a richiesta è disponibile la trazione integrale quattro in due versioni (di serie invece sul 3.0 TDI da 286 CV). Rispetto al modello precedente, Audi ha ridotto i consumi fino al 22%, incrementando parallelamente la potenza fino al 17%.

Dal punto di vista meccanico, le sospensioni anteriori e posteriori della nuova Sportback sono Multilink a cinque bracci e, in opzione, si possono avere l’assetto adattivo e lo sterzo dinamico a rapporto variabile. Di serie, invece, c’è l’Audi Drive Select, per la definizione delle diverse modalità di guida.

Ma la novità assoluta è rappresentata dall’inedita versione g-tron, equipaggiata con un motore 2.0 TFSI da 170 CV, che potrà essere alimentata a benzina, a metano o con Audi e-gas e promette consumi contenuti (inferiori ai 4 kg/100 km di gas). Le bombole, rinforzate con fibre di carbonio e collocate al posteriore, assicurano una capacità di 19 kg ed un’autonomia di marcia pari a 500 km, mentre il serbatoio del carburante copre ulteriori 450 km di percorrenza.

Flessuose e sinuose come un felino, le nuove Audi A5 e S5 Sportback arriveranno nelle concessionarie europee all’inizio del 2017, con un listino prezzi, per la Germania, che parte da 37.800 euro per l’A5 Sportback e da 62.500 euro per la S5 Sportback.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo e vuoi scoprire di più sul pianeta Audi? Condividi con noi la passione per questo marchio, oltre 4.000 argomenti tecnici e tanto altro ti aspettano all'interno del Forum di Inaudita.com

To all friends of Inaudita.com in the world! You can now read the contents of our blog and of our forum just clicking the flag corresponding to your language!

Liebe Freunde in der Welt von Inaudita.com! Sie können jetzt den Inhalt von unserem Forum und von unserem Blog nur mit einem Klick auf die Flagge, die auf Ihrer Sprache entspricht, lesen!

 

 

Vota questo articolo
(4 Voti)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ospiti : 158 Ospiti online Bloggers : Nessun blogger online

© Copyright 2003 - 2017 Inaudita.com 
All Rights Reserved
Webmaster Mattia Bernasconi

Vai all'inizio della pagina